Entra in contatto con noi

Calciomercato

Milan: a gennaio si incassa

Avatar

Pubblicato

il

Fabio Borini: il suo nome è nella lista dei partenti da Milanello già a gennaio - ANSA

MILANO – Strano ma vero: nel Milan così in difficoltà, almeno nella prima parte di campionato, le possibilità di riscuotere una discreta somma nel calciomercato invernale grazie a qualche cessione di elementi non più funzionali alle esigenze tecnico tattiche di Stefano Pioli, esiste eccome ed è anzi più attuale che mai. In attesa di capire cosa accadrà in entrata, infatti, la dirigenza rossonera lavora alacremente alle uscite per ridurre numericamente l’organico e mettere in cascina fieno (inteso come danaro) che nella situazione finanziaria milanista è sempre cosa gradita.

Nomi

La lista dei partenti del mese di gennaio a Milanello è già preparata: Ricardo Rodriguez (uscito di scena dopo l’esplosione di Theo Hernandez), Davide Calabria (rimpiazzato dal ritrovato Andrea Conti), Franck Kessie (nonostante i suoi propositi di rimanere a lungo a Milano e reduce da qualche bizza di troppo fuori dal campo) e Fabio Borini (ormai escluso dalle gerarchie di Pioli) sono tutti con le valigie quasi fatte, pronti per lasciare il Milan e provare ad essere protagonisti altrove. I rappresentanti dell’area tecnica milanista, ovvero Boban, Maldini e Massara, sono fiduciosi di poter mettere insieme un gruzzolo rilevante in una sessione di mercato solitamente scarna e scevra di grandi colpi.

Cifre

Ma quanto può effettivamente incassare il Milan dalle cessioni sopra citate? La dirigenza conta di ottenere un attivo di oltre 35 milioni di euro alla fine di gennaio, grazie ai circa 10 che dalla Germania (Schalke 04 e Borussia Dortmund) e dalla Turchia (Fenerbaçhe) sono pronti a versare per Rodriguez, ai 15 che i rossoneri ricaverebbero dalla partenza di Kessie verso l’Inghilterra o il Principato di Monaco, ed ai restanti 10, forse 12, procacciati dalla coppia Calabria-Borini, il primo (timidamente) sondato dal Siviglia, il secondo con vari estimatori in Premier League. Un bottino non indifferente che permetterebbe un investimento in quel difensore (Todibo più di Demiral) che Pioli richiede assiduamente dopo il ko di Duarte ed il lento recupero di Caldara.

Clicca per commentare

Rispondi

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement