Entra in contatto con noi

Analisi

La strategia del Milan per il rinnovo di Donnarumma

Avatar

Pubblicato

il

Gianluigi Donnarumma

MILANO – Gianluigi Donnarumma e il Milan: una storia d’amore che rischia di interrompersi bruscamente, col portiere che ha il contratto in scadenza il 30 giugno 2021 senza che al momento ci siano particolari novità circa il rinnovo. L’estremo difensore rossonero guadagna tanto, troppo per le attuali idee del club che vorrebbe ridurre il monte ingaggi portandolo a 1,5 o massimo 2,5 milioni di euro annui per ogni calciatore, col risultato che i 6 milioni di Donnarumma stridono alquanto con i dettami del nuovo Milan.

Traguardi

A questo, poi, c’è da aggiungere che le prospettive tecniche dei rossoneri sono tutt’altro che ambiziose e l’impressione è che per il ritorno a grandi livelli passerà ancora molto tempo, lo stesso che Donnarumma (ed il suo procuratore Raiola) potrebbe non voler più attendere dopo essere arrivato a più di 150 partite disputate in serie A senza aver mai calcato, ad esempio, i palcoscenici della Coppa dei Campioni o aver lottato per lo scudetto.

Rinnovo

E così il rinnovo è ad oggi congelato, da una parte le perplessità di Donnarumma e dall’altra quelle del Milan. Va detto, però, che dipendesse da lui, il portiere darebbe la sua priorità alla compagine milanista, anche se naturalmente è inimmaginabile una riduzione di stipendio della metà o giù di lì. Di certo c’è che già diversi club (Juve, Paris Saint Germain, Real Madrid, Chelsea e Manchester Utd) hanno fiutato l’affare a parametro zero e che né Donnarumma e né Raiola hanno finora intavolato alcuna trattativa.

Piano

Il Milan ha dunque ancora diverse possibilità di prolungare il contratto col suo portiere, accordandosi con calciatore ed agente a cifre che possano soddisfare tutte le parti e garantendo, se possibile, anche prospettive sportive migliori delle ultime. E sul piano economico, i rossoneri sono pronti a sacrificare pezzi importanti come Kessie e Paquetà (a fronte di offerte congrue, ovviamente) per mettere insieme un discreto gruzzolo che convinca Donnarumma e ne faccia l’emblema del nuovo e magari ambizioso Milan.

Clicca per commentare

Rispondi

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement