Entra in contatto con noi

Analisi

Milan: 15 scelte in un anno

Avatar

Pubblicato

il

Mateo Musacchio \ ANSA

MILANO – Al Milan non è stato deciso ancora chi sarà l’allenatore del prossimo anno, la proprietà naviga a vista tra frizioni intestine, l’ennesimo rimpasto di governo in seno alla dirigenza, un punto interrogativo enorme sul tecnico che occuperà la panchina ed un parco giocatori da rivedere e riorganizzare da cima a fondo. Obiettivo, naturalmente, tracciare ancora una volta una riga e puntare a una di quelle quattro piazze della serie A che portano in Coppa dei campioni, traguardo minimo per riportare i rossoneri in alto.

Scadenze

Fra color che son sospesi ci sono ben 13 calciatori e due allenatori il cui contratto scadrà fra il 30 giugno 2020 e lo stesso giorno del 2021: un anno intero nel quale il club dovrà decidere sulla sorte di 13 elementi, capendo assieme all’allenatore (chiunque sarà) quali faranno al caso del Milan e quali no. Per alcuni, vedi Giacomo Bonaventura e Lucas Biglia, l’addio è ormai scontato ed i loro accordi in scadenza fra un mese (o quando terminerà il campionato) non verranno certamente rinnovati e i due centrocampisti lasceranno Milano al 100%. Stessa sorte per Begovic che, in prestito, tornerà in Inghilterra da dove il Milan riabbraccerà Reina, mentre da misurare è il prestito del belga Saelemaekers che potrebbe anche essere confermato.

Scelte

Poi c’è la questione legata a Zlatan Ibrahimovic, anch’egli col contratto in scadenza e con quell’opzione sul rinnovo di un anno che deve essere ancora discussa. Entro il 30 giugno 2021, poi, andrà valutata anche la posizione di Gianluigi Donnarumma e di suo fratello Antonio: soprattutto per il primo sarà necessario scegliere fra rinnovo o cessione immediata per non perderlo a zero al termine della prossima stagione. Stesso discorso anche per Hakan Calhanoglu che sembra però uno dei pochi col futuro a Milanello pressoché assicurato e col prolungamento che appare una semplice formalità.

Dubbi

Non così per il riscatto di Ante Rebic, in prestito biennale dall’Eintracht Francoforte nell’affare che con la medesima formula ha portato André Silva in Germania, e non ancora certo di essere riscattato fra un anno. Anche Musacchio e Ricardo Rodriguez affronteranno la prossima annata come l’ultima con in mano il contratto stipulato al Milan: l’argentino difficilmente rinnoverà, mentre lo svizzero potrebbe passare in via definitiva al PSV Eindhoven dove gioca già a titolo temporaneo.

Panchina

Infine Simon Kjaer e gli allenatori: il danese, arrivato a gennaio in prestito e su cui Gazidis sfoglia la margherita: rinnovare nonostante l’età o rispedirlo al mittente per far posto al solito ragazzino di turno? Giampaolo e Pioli, invece, potrebbero risolvere i loro accordi coi rossoneri qualora dovesse pervenire loro qualche offerta; l’abruzzese piace a Torino e Udinese, mentre l’attuale allenatore milanista è pronto a rimettersi in gioco dopo l’esperienza a Milano che ne ha rivalutato le quotazioni. Quindici scelte che potrebbero modificare l’assetto economico e operativo di un club in perenne difficoltà.

Clicca per commentare

Rispondi

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement