Entra in contatto con noi

Analisi

Milan-Inzaghi, torna l’idea?

Avatar

Pubblicato

il

Simone Inzaghi \ ANSA

MILANO – La situazione di Stefano Pioli sulla panchina del Milan sembra assolutamente solida dopo il rinnovo dello scorso luglio che ha confermato il tecnico emiliano alla guida dei rossoneri scongiurando il rischioso approdo in Italia del tedesco Ralf Rangnick. L’allenatore milanista ha finora lavorato in modo impeccabile, restituendo alla squadra entusiasmo e compattezza, elementi coi quali il Milan tenterà l’assalto alla qualificazione in Coppa dei Campioni dopo 7 anni di attesa. Nulla, dunque, può far pensare ad un cambio in panchina, soprattutto perché Pioli ha la piena fiducia della società e della dirigenza.

Occhi aperti

E’ stato infatti Paolo Maldini a spingere per la permanenza di Pioli, segno evidente dell’apprezzamento totale per il lavoro dell’ex tecnico della Fiorentina. Ma il Milan, nonostante ciò, potrebbe tener d’occhio in ogni caso l’evoluzione della panchina della Lazio, con Inzaghi e Lotito che non hanno ancora discusso l’eventuale rinnovo di contratto dell’allenatore piacentino, ipotesi che non appare così scontata, anzi, il malcontento del tecnico è evidente ed è stato reso pubblico dalle dichiarazioni dello stesso Inzaghi prima della trasferta di Cagliari dello scorso 26 settembre, con l’esigenza di una campagna acquisti promessa e non mantenuta dal presidente.

Idea

Simone Inzaghi è già stato vicino al Milan nell’estate del 2019, prima del nuovo accordo con la Lazio, segno che dalle parti di Milanello l’ex attaccante piace molto. La posizione di Pioli è sicura, ma il club milanista potrebbe scegliere di aumentare la sua competitività e cogliere l’occasione di un allenatore in grande ascesa come Inzaghi, forse libero a giugno ma su cui si potrebbero fiondare in molti oltre ai rossoneri. Ad oggi né Maldini e né Gazidis pensano ad una sostituzione di Pioli, il cui futuro è ovviamente legato ai risultati, ma la sensazione è che Inzaghi venga considerato di un livello leggermente superiore all’attuale tecnico milanista, segno inequivocabile che qualora si presentasse l’occasione, un pensierino al Milan potrebbe anche scapparci.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Advertisement
Advertisement

Facebook

Advertisement