Entra in contatto con noi

Analisi

Gennaio incombe, le mosse di mercato del Milan

Avatar

Pubblicato

il

Paolo Maldini

MILANO – Il Milan ha chiuso l’anno solare con 79 punti totali, il primato in classifica e l’imbattibilità in serie A che dura dal mese di marzo e dall’ormai lontanissima sconfitta di San Siro contro il Genoa. Da allora i rossoneri hanno intrapreso un cammino che li ha portati a dominare il campionato nonostante le premesse estive fossero tutt’altre. Ma per restare in alto, la squadra di Stefano Pioli ha bisogno di allungare un po’ la sua coperta e potenziare un organico che sin qui ha retto ma che col passar del tempo potrebbe risultare limitato per traguardi particolarmente ambiziosi.

Ruoli

Ma dove la dirigenza milanista dovrà intervenire maggiormente nel calciomercato di gennaio? La priorità resta quella del difensore centrale, nonostante l’utilizzo del giovane francese Kalulu abbia discretamente sopperito alle assenze di Kjaer e Gabbia; ma la probabile partenza dei sudamericani Duarte e Musacchio (entrambi in procinto di lasciare Milano ed ormai fuori dal progetto del tecnico) lascerebbe comunque aperta una falla in uno dei ruoli nevralgici del campo. Possibili innesti anche a centrocampo e in attacco dove potrebbe arrivare un centravanti che funga da vice Ibrahimovic e che sia più esperto di Colombo.

Lista

E i nomi? Per quanto riguarda il difensore, le percentuali più alte le ha il francese Simakan dello Strasburgo, già cercato dal Milan in estate, così come gli altri obiettivi, ovvero il danese Ajer del Celtic, il serbo della Fiorentina Milenkovic ed il tedesco del Chelsea Rudiger, più difficile da convincere a fare il semplice rattoppo in caso di assenze. A centrocampo, occhi su Soumarè del Lille, mentre dalla serie A Maldini e Massara potrebbero fare un pensierino sull’usato sicuro, come Duncan della Fiorentina. Infine l’attacco: Jovic del Real Madrid resta il preferito, ma attenzione anche al francese Edouard del Celtic, allo svincolato Mandzukic, allo spagnolo Llorente (in uscita da Napoli) e ai due obiettivi economicamente più onerosi: Milik (anch’egli fuori dal progetto partenopeo) e il giovane Scamacca del Genoa.

Clicca per commentare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *