Entra in contatto con noi

Analisi

Milan: dal sogno al pericolo incubo

Avatar

Pubblicato

il

MILANO – Il Milan si risveglia improvvisamente dopo un sogno meraviglioso durato diversi mesi, o forse piomba pericolosamente in un incubo al quale pensava di non appartenere più. Cullato, infatti, il sogno scudetto per tutto il girone d’andata con tanto di imbattibilità durata da marzo 2020 a gennaio 2021, la squadra di Pioli è ora a -9 dall’Inter e potenzialmente a -2 dalla Juventus se i bianconeri dovessero vincere il recupero con il Napoli che, si spera entro la fine del campionato, si giocherà. I punti di vantaggio sul quinto posto sono 6 (7 se si considerano gli scontri diretti con Napoli e Roma), e per i rossoneri c’è poco da star tranquilli.

Involuzione

Il Milan del 2021 è diventato una squadra troppo altalenante: malissimo con l’Inter, benissimo con la Roma, male con l’Udinese, bene col Verona e col Manchester United, nuovamente negativo con un Napoli, viceversa, brillante. E, si sa, con le montagne russe nel calcio si fa poca strada e i rossoneri devono recuperare al più presto forza mentale, carattere, continuità e, perché no, anche tutti quei giocatori assenti che iniziano a pesare come macigni. E ora che lo scudetto è un sogno ufficialmente riposto nel cassetto, è bene che a Milanello si appendano classifica e calendario per stilare un programma completo che conduca a quel benedetto quarto posto che è il vero obiettivo della società.

Contraccolpi

Ma riuscirci non sarà facile e servirà tutta la splendida alchimia che Stefano Pioli ha dimostrato di possedere insieme al suo gruppo. E buon per i rossoneri che nelle ultime due giornate abbiano perso prima l’Atalanta e poi la Roma, garantendo alla formazione milanista ancora un discreto vantaggio da amministrare, gestire, ma anche ampliare perché se il Milan avesse battuto il Napoli avrebbe avuto più o meno il 70% di qualificarsi alla prossima Coppa dei Campioni, oltre ad eliminare quasi definitivamente una rivale diretta come i partenopei. Il Milan c’è, è tutt’ora padrone del proprio destino, ma l’impressione è che debba infilare almeno 2-3 vittorie consecutive per abbattere la resistenza di chi insegue.

Clicca per commentare

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento