Entra in contatto con noi

Analisi

Perché il Milan è pronto per lo sprint finale

Avatar

Pubblicato

il

MILANO – La vittoria di Firenze, che ha fatto seguito ai due ko consecutivi contro Napoli e Manchester United, ha tranquillizzato e rilanciato il Milan che dopo lo sfavillante inizio di stagione con tanto di titolo di campione d’inverno conquistato, ha approcciato il 2021 come una corsa sulle montagne russe, alternando grandi prestazioni (vedi Roma e Verona) a gare mediocri come quella di La Spezia o di San Siro contro l’Udinese. I rossoneri sono comunque al secondo posto in classifica e nelle intenzioni di Stefano Pioli c’è la ferma volontà di continuare a sognare anche nelle ultime settimane della stagione.

Obiettivi

Il Milan ha la carica giusta per terminare il campionato il più in alto possibile, del resto tutti in blocco hanno confermato quanto detto da Zlatan Ibrahimovic dopo la sconfitta col Manchester, ovvero di credere ancora allo scudetto, nonostante la distanza da una squadra forte e completa come l’Inter. Il traguardo tricolore può sembrare forse troppo ambizioso per la truppa milanista, magari poco raggiungibile, ma tenere alta la tensione serve al gruppo per non mollare e guardare sempre avanti, blindando in caso quel secondo posto che comunque ad inizio anno sarebbe stato accolto con enfasi.

Convinzione

L’alchimia creata da Pioli in questa stagione assicura la volontà comune di perseguire ogni traguardo fino alla fine, senza mollare, senza farsi sopraffare neanche dalle sventure o dai guai come i tanti infortuni, con la garanzia di un gruppo unito e capace di aiutarsi come forse nessun altro in serie A. L’assenza di altri impegni infrasettimanali, poi, potrà certificare la possibilità di tirare il fiato ai calciatori più spremuti e di preparare con più calma le partite. Anche gli infortunati stanno pian piano rientrando ed il tecnico rossonero sta ricomponendo i pezzi del mosaico che aveva in mente ad inizio anno e che poche volte è riuscito ad ammirare per intero.

Finale

Motivi per i quali a Milanello regna una fiducia che nei primi due mesi del 2021 era forse venuta meno, dalla sconfitta di La Spezia con conseguente sorpasso dell’Inter in testa alla classifica e successivo derby coi nerazzurri perso pesantemente, fino alla bruciante eliminazione dall’Europa a cui i rossoneri tanto tenevano. La vittoria con la Fiorentina, probabilmente anche per le modalità con cui è avvenuta, potrebbe realmente aver rilanciato definitivamente il Milan, pronto a giocarsi tutte le sue carte fino al 23 maggio sperando che chi è davanti faccia un paio di passi falsi. E se così non fosse, i rossoneri avrebbero comunque ben poco da potersi rimproverare.

Clicca per commentare

Devi essere loggato per postare un commento Accedi

Lascia un commento